[Epub] ➟ Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda By Valeria Viganò – Dailytradenews.co.uk

Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda chapter 1 Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda, meaning Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda, genre Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda, book cover Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda, flies Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda, Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda 76ab3ba854387 Da Bambino, W H Auden Sognava L Islanda, L Isola Che Si Specchia Nel Ghiaccio Vicino Al Polo, Come Una Sorta Di Terra Sacra , Una Landa Piena Di Fiordi E Steppe, Elfi E Pietre Runiche, Villaggi In Cui Risuonavano Antiche SagheA Ventinove Anni, Il Poeta Inglese Trasform Il Suo Sogno In Realt E Mise Piede Sull Isola Che Fa Da Sponda Tra Due Continenti E Il Polo, Magistralmente Equidistante E Sola Nell Alto Atlantico Sotto La Groenlandia, Senza Restare Per Niente Deluso Dal Soggiorno Sulle Orme Di W H Auden, Valeria Vigan Andata In Islanda Per Realizzare Un Suo Sogno D Infanzia Nell Et , Infatti, In Cui Si Scopre Il Mondo E La Geografia Il Magico Libro Dell Universo, Pieno Di Nomi Esotici E Posti Misteriosi, Anche Per Valeria Vigan L Islanda, Questa Terra Lontanissima, Con Una Capitale Dal Nome Suggestivo, Reykjavik, Esercitava Un Fascino E Un Richiamo IrresistibiliQuando Perci , In Compagnia Dell Amica Ciu, In Una Sera Che Non Diventava Mai Notte, Con Un Biancore Che Avvolgeva Tutto In Morbido Latte, Sbarcata Per La Prima Volta A Keflavik, Le Sembrato Davvero Di Muovere Il Primo Passo Su Una Privatissima Luna E Di Realizzare Il Suo Sogno Di BambinaQuello Che Segue Il Racconto Di Questo Viaggio, Il Viaggio Di Due Donne Che Se Ne Vanno A Zonzo In Una Terra Antichissima, Abitata Dai Discendenti Dei Monaci Irlandesi E Delle Popolazioni Germaniche E Danesi Che Per Prime La Colonizzarono E Produssero Una Tipologia Autoctona, Oggetto Oggi Delle Curiosit Di Genetisti E Studiosi Di Mezzo MondoCon I Suoi Geyser, Le Balene, I Deserti Di Lava, I Ghiacciai, Gli Iceberg, Le Eruzioni, I Fiordi, Le Steppe, Le Piscine Naturali All Aperto, Da Dove Si Esce Ringiovaniti, Con Sulla Pelle La Sensazione Del Vero Caldo E Del Vero Freddo, Con Le Serate In Libert A Reykjavik, Mentre Fuori Il Sole Non Tramonta Mai E Dentro I Locali Si Balla Come Se Il Tempo Non Dovesse Finire Mai, L Islanda Appare In Queste Pagine Come Il Luogo Dell Anima Che Abbiamo Saputo Incredibilmente E Stupidamente Dimenticare La Terra In Cui Uomo E Natura Si Fronteggiano Senza Compromessi, Senza Vie Di Mezzo, Con Assoluta Sincerit


10 thoughts on “Siamo state a Kirkjubæjarklaustur: Viaggio in Islanda

  1. says:

    Un interessante diario di viaggio, letto dopo aver deciso di visitare questa splendida isola.Forse ci sono troppe citazioni di W.H Auden, ma il desiderio di viaggiare in Islanda aumentato Forse l Islanda mi attirava inesorabilmente per la sincerit , per questa mancanza di vie di mezzo, di compromessi tra l uomo e la natura Qui nulla, verificheremo, banale L Islanda ci che abbiamo saputo incredibilmente dimenticare l assoluto e la sua anima.


  2. says:

    L Islanda ci che abbiamo saputo incredibilmente e stupidamente dimenticare l assoluto e la sua anima Siamo state a Kirkjub jarklaustur un piccolo romanzo che racconta del viaggio in Islanda dell autrice insieme alla sua amica Ciu Valeria Vigan racconta del suo a per questa terra tanto selvaggia quanto meravigliosa Racconta del viaggio che realizza il sogno di una vita, racconta di vulcani, sorgenti termali in mezzo al ghiaccio, geyser, lunghi percorsi isolati, ci parla del popolo islandese Attraverso le sue parole viaggiamo anche noi fino in Islanda, terra di incredibile bellezza, paradiso naturale incontaminatoL Islanda uno di quei luoghi che sogno di visitare praticamente da sempre, come per l autrice anche per me questa terra una sorta di dreamland Attraverso questo diario di viaggio ho potuto avere un assaggio della bellezza islandese e dei luoghi che un giorno spero di vedere di persona Partendo da Reykjav k e spingendosi prima verso il nord e poi di nuovo a sud ritornando verso la capitale, Valeria e Ciu viaggiano tra i posti pi belli e caratteristici dell Islanda e assaporano quell atmosfera solitaria e selvaggia che la caratterizza.Ho trovato molto interessante questo diario di viaggio, mi sono persa tra le bellezza dei luoghi descritti e i vari aneddoti raccontati Valeria Vigan racconta il suo viaggio con uno stile scorrevole ed evocativo ed arricchisce la storia di molte riflessioni che rendono questo romanzo molto pi di un semplice diario di viaggio.Mi piaciuto molto il fatto che l autrice si soffermi spesso a parlare anche del popolo islandese, un popolo che per quanto sia riservato e abituato alla solitudine, dimostra una gentilezza ed una prontezza ad aiutare incredibili L Islanda resta comunque protagonista indiscussa del diario con i suoi vulcani e le sue sorgenti, con dei luoghi che sembrano uscire direttamente dalle fiabe e la sua bellezza quasi primitiva.Quello che rimane, oltre alla bellezza dei luoghi e alla gentilezza degli islandesi, l atmosfera.Quel senso di solitudine nel percorrere le strade isolate del nord, il fiato che manca davanti alla potenza dei geyser e dei vulcani, la bellezza primordiale di luoghi che sono dei veri paradisi naturali.Il mio desiderio di visitare l Islanda non ha fatto che acuirsi leggendo questo diario, man mano che leggevo visualizzavo anche i luoghi che l autrice ha visitato e mi sono innamorata sempre pi di questa terra tanto bella quanto isolata Un romanzo perfetto per chi vuole approcciarsi per la prima volta all Islanda e iniziare a sognare un futuro viaggio in questa meravigliosa terra


  3. says:

    Amo moltissimo la Scandinavia che ho visitato vieppi volte, ma per qualche mio pregiudizio ho sempre considerato l Islanda come una terra ostile e non interessante Questo libro di viaggio della Vigan mi ha fatto cambiare idea e mi ha aperto gli occhi Non che l ISlanda sia meno ostile di quanto l immaginassi, ma ha un fascino che mi ha conquistato Ho trovato molto bello il racconto diario del viaggio delle due protagoniste in quest isola, popolata di minuscoli paesi e cascate e ghiacciai dal nome impronunciabile e dalla grafia affascinante Mi molto piaciuto la solitudine a due di Valeria e Ciu e mi sono ripromesso che se mai visiter questa terra sar con un compagno a di viaggio come Ciu.


  4. says:

    Quello in Islanda il classico viaggio da consigliare a chiunque Una terra meravigliosa che lascia senza fiato, paesaggi incontaminati, incantevoli ed incantati Il libro invece non lo consiglio a nessuno un diario di viaggio scialbo, noioso, e privo di spunti interessanti anche per chi un viaggio in Islanda lo deve ancora fare, figuriamoci per chi, come me, dall Islanda c tornato incantato


Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *